Crea sito

Cerca

In Standard

White Rabbit

White Rabbit

 

Uno dei miei gruppi musicali preferiti sono i Jefferson Airplane, band nata a meta` degli anni sessanta a San Francisco e pionieri della musica spichedelica di quel periodo. Grandissimi al punto tale da essere inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1996. Si ho dei gusti un po’ “particolari” in fatto di musica me ne rendo conto, ma loro sono leggenda!

White rabbit e` il titolo di una loro canzone strepitosa caratterizzata da un crescendo costante ed irresistibile che si interrompe inaspettatamente sul piu`…. bello :) vi consiglio vivamente di ascoltarla, basta un semplice clic qui!

Quale colonna sonora migliore per un piatto che è un crescendo di sapori, dalla tenerezza e delicatezza della carne di coniglio, alla forza e decisione dei capperi, aceto balsamico e uva disidratata.

Un secondo piatto decisamente saporito, facile da preparare e da leccarsi i baffi! Io praticamente ho mangiato un coniglio intero tutto da solo 😉

Con questo piatto partecipo all’iniziativa di Gluten free Travel & Living, il 100% Gluten Free (fri)Day

 

ilove-gffd

White Rabbit

 

white rabbit
impiattamento

 

Ingredienti per quattro persone

Per il coniglio:
1 coniglio intero;
1 sacchetto di pinoli;
250 grammi di castagne precotte;
1/2 melograna;
1 busta di uva disidratata;
2 bicchieri di un buon vino bianco secco;
olive tagghiasche denocciolate a piacere;
capperi a piacere;
20 pomodorini colorati;
2 rametti di rosmarino;
6 foglie di salvia;
3 foglie di alloro;
5 cucchiai di olio E.V.O. q.b.;
30 grammi di burro q.b.;
sale q.b.
Per la composizione: 
Aceto balsamico di Modena Riserva Bonini q.b.;
germogli verdi.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

Il coniglio:
In una casseruola fate sciogliere il burro con l’olio a fiamma bassa quindi fate rosolare il coniglio a pezzi alzando la fiamma. Aggingete gli aromi e sfumate con il vino bianco. Una volta evaporato il vino aggiungete i pomodorini colorati, le olive, i pinoli ed i capperi. Sfumate ancora con un’altro mezzo bicchiere di vino bianco e proseguite la cottura coprendo la casseruola e abbassando un po’ il fuoco. Tenete a disposizione del brodo vegetale caldo da aggiungere all’occorrenza per non fare asciugare troppo il coniglio. Continuate a cuocere girando di tanto in tanto e delicatamente la carne.
Aggiungete a dieci minuti dalla fine le castagne precotte e l’uva disidratata. Passato il tempo necessario alla cottura (circa un’ora) completate la ricetta con chicchi di melagrana.

La composizione:
In un piatto piano servite il coniglio e aggiungetevi un giro di aceto balsamico e quanche germoglio verde per dare colore.

 

0 Comment 173Visite

Ti potrebbero interessare anche

Splash, un polpo a Milano

Splash, un polpo a Milano

Christmas Carnaroli

Christmas Carnaroli

Lascia una risposta