Crea sito

Cerca

In Standard

“Cappuccino” surprise

“Cappuccino” surprise

Quest’anno alla vigilia perche` non lasciare per Babbo Natale accanto all’albero un “cappuccino” piu` nutriente e sostanzioso rispetto al classico latte e biscotti? Con tutti i regali che deve consegnare e la molta strada da percorrere avra` bisogno di qualcosa di piu` calorico per non arrivare esausto a fine nottata 😀

Questo e` proprio quello che fa per Lui… e per voi 😉 . Si tratta di una crema di castagne, che ha al suo interno un ingrediente sorpresa che potrete variare in base ai propri gusti o a quello dei vostri ospiti (Babbo compreso), insomma personalizzarlo come piu` vi piace!

Le castagne sono il mio cibo di strada preferito. Ogni anno non vedo l’ora dei primi freddi per passeggaire nelle vie del centro di Milano e comprare il classico sacchettino di caldarroste abbrustolite che ti scaldano le mani ed il cuore.

Con questo piatto partecipo all’iniziativa di Gluten free Travel & Living, il 100% Gluten Free (fri)Day

 

ilove-gffd

 

“Cappuccino” surprise

 

vellutata di castagne
impiattamento


Ingredienti per due persone

Per la vellutata:
250 grammi di castagne (fresce o precotte);
1 scalogno piccolo;
1 porro (solo parte bianca);
1 patata piccola;
1 rametto di rosmarino;
2 gamberi rossi;
Brodo vegetale q.b.;
Olio EVO q.b.;
Sale q.b.;
Pepe q.b.
Per la “schiuma”:
100 grammi di gorgonzola dolce;
40 grammi di panna.
La composizione:
Cacao amaro q.b.;
3 fette di pane in cassetta senza glutine.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

La vellutata:
Lavate le castagne e praticate un’incisione profonda con un coltellino affilato, poi mettetele in una pentola, copritele con l’acqua e lessatele per quaranta minuti circa.
In alternativa potete usare delle castagne precotte per risparmiare tempo.

In un tegame mettete il porro, lo scalogno (precedentemente tritati) aggiungete un po’ di olio e fate appassire il soffritto per una decina di minuti a fiamma bassa. Quindi aggiungete la patata tagliata a cubetti, il rosmarino tritato e le castagne cotte. Coprite e fate cuocere per trenta minuti circa a fiamma bassa.

Frullate la zuppa con il frullatore ad immersione in modo da ottenere una vellutata molto omogenea e se necessario fatela ridurre ancora sul fuoco per addensarla leggermente.

La “schiuma”:
Con un frustino elettrico frullate il gorgonzola con  la panna fino ad ottenere una crema spumosa. Se necessario eventualmente aggiungete ancora un po’ di panna.

La composizione:
In una tazza da cappuccino, possibilmente trasparente, versate un po’ di vellutata di castagne, il gambero crudo (sgusciato, pulito precedentemente si cuocera` leggermente con il calore della crema) e poi un’altro strato di vellutata in modo da nasconderlo. Sopra a tutto infine la “schiuma” di zola.
Completate con una spolverata di cacao amaro come per un vero cuppuccio e qualche fette di pane tostasto (io li ho fatti a forma di cuore).

 

0 Comment 368Visite