Crea sito

Cerca

In Standard

Sapore di mare

Sapore di mare

Ormai ci siamo, la primavera e` cominciata da un po’, il sole piu` alto nel cielo scalda ed illumina le nostre giornate.

Non so voi, ma a me questo periodo fa venire voglia di marespiaggia e buon pesce. Sono le giornate piu` belle! Le localita` balneari sono ancora vivibili, godibili, rilassanti e per chi, come me, ha una casa al mare questo e` il massimo che si possa desiderare per un fine settimana di completo relax.

La bella stagione apre le porte a piatti freschi, leggeri, colorati e dai sapori estivi. Gli ingredienti che piu` risvegliano la mia voglia di “spiaggiarmi” al sole sono ovviamente i frutti di mare …cosi` ho sperimentato questa nuova ricettina 😉

Una mia reinterpretazione della classica pasta ai frutti di mare 😉 vongole, cozze, corallo allo zafferano e crema di borragine sono ingredienti perfetti per rendere sfizioso questo piatto.
Le due particolarita` che rendono chic la ricetta sono la frittura di una parte della pasta, che dona quel tocco croccante al piatto e l’aria di mare che conferisce quel quid in piu` al palato.

Non vi resta che provarla!

Come ogni venerdi` con questo piatto partecipo all’iniziativa di Gluten free Travel & Living, il 100% Gluten Free (fri)Day

ilove-gffd

Sapore di mare

 

sapore di mare
impiattamento

 

Ingredienti per due persone

Per la crema di borragine:
1 mazzo di borragine;
1 patata media;
olio E.V.O.;
sale q.b.
Per i frutti di mare:
400 grammi di cozze;
400 grammi di vongole;
2 spicchi d’aglio;
2 rametti di prezzemolo;
olio E.V.O. q.b.
Per l’aria di mare:
lecitina di soia granulare o in polvere.
Per la pasta:
200 grammi di mezzi rigatoni senza glutine Farabella;
1/2 litro di olio di semi di girasole;
sale grosso q.b.
Per i coralli allo zafferano:
10 grammi di farina;
50 millilitri di olio E.V.O.;
150 millilitri di acqua;
4 pistilli di Zafferano Zaffiro oppure una bustina di zafferano in polvere;
Per la composizione:
10 grammi di pinoli;
pepe q.b.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

La crema di borragine:
Pelate la patata, tagliatela a fettine e cuocetela un una casseruola a con un dito d’acqua ed un pizzico di sale. Nel frattempo mondate e lavate la borragine conservando solo le foglie, il gambo troppo fibroso scartatelo per questa preparazione. Una volta pronte sbinachite le foglie in acqua bollente per un minuto ed immediatamente dopo immergetele in acqua fredda e ghiaccio per altri sessanta secondi.

Cotte le patate frullatele insieme alla borragine (precedentemente strizzata), un pizzico di sale ed un po’ di olio fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

I frutti di mare:
Fate spurgare le vongole in una boule con acqua salata per ventiquattro ore cambiandola ogni volta che risulta sporca. Quando spurgate, sciacquatele e fatele aprire in una casseruola con un po’ di olio, uno spicchio d’aglio ed un rametto di prezzemolo. Toglietele dal fuoco man mano che si aprono per evitare di cuocerle troppo e conservate l’acqua che si e` formata.
Pulite le cozze strappando la barba e strofinandole con una spugnetta metallica. Quindi, come per le vongole, apritele in una casseruola con un filo di olio, uno spicchio d’aglio ed un rametto di prezzemolo conservandone l’acqua.
Una volta aperti tutti i frutti di mare staccateli dalle conchiglie.

I coralli:
Riducete in polvere lo zafferano con pestello e mortaio quindi miscelatelo nell’acqua.
Unite tutti e tre gli ingredientei (olio, acqua allo zafferano e farina) insieme in una ciotolina, emulsionate con una frusta ed intanto fate scaldare per bene una padella antiaderente. Una volta calda versarte poco alla volta il liquido nella padella e cuocetelo a fiamma media abbassando il fuoco man mano che si forma il corallo. Noterete che con il passare dei minuti l’acqua evaporera` e l’olio con la farina creeranno questi bellissimi reticoli. Una volta evaporata tutta l’acqua spegnete la fiamma, fate raffreddare leggermente e togliete il corallo dalla padella.

La pasta:
Lessate un terzo della pasta in abbondante acqua salata e scolatela due minuti prima del termine di cottura. Nel frattempo in una casseruola scaldate l’olio di semi e non appena questo raggiunge la temperatura corretta friggetevi la pasta appena scolata fino a farla diventare dorata, gonfia e croccante. Quindi una volta pronta raccoglietela con una schiumarola, adagiatela su un foglio di carta assorbente per far colare l’olio in eccesso e tenetela in caldo.
Al momento di servire cuocete la restante pasta, anch’essa in abbondante acqua salata, per il tempo necessario e scolatela due minuti prima del termine. Ultimate la cottura della pasta facendola saltare nella casseruola insieme alle cozze e alle vongole.

La composizione:
Su un piatto piano stendete un po’ di crema di borragine, adagaitevi sopra la pasta mischiando i mezzi paccheri fritti con quelli lessati avendo cura di aggiungervi anche un po’ di cozze, vongole e una girata di pepe.
Decorate infine tutto con qualche pezzo di corallo, dei pinoli tostati e se volete con un po’ di “aria”ricavata dall’acqua dei frutti di mare.

 

Il tocco dello Chef – L’aria di mare 
Preparare l’aria di mare e` facilissimo e dona un tocco particolarmente scenografico al piatto. Tutto quello che dovrete fare e` unire e frullare con un mixer ad immersione l’acqua ricavata dalle cozze e dalle vongole (deve essere almeno mezzo litro di liquido percio` potete allungarla con dell’acqua minerale naturale) con due cucchiai di lecitina di soia fino a che non si formi una schiuma stabile. La schiuma stabilizzata dalla lecitina durera` diversi minuti e nel caso ve ne servisse altra non dovrete fare altro che rifrullare l’acqua nuovamente.
 

0 Comment 114Visite

Ti potrebbero interessare anche

Multicolor pasta

Multicolor pasta

Mare nostrum

Mare nostrum

Lascia una risposta