Crea sito

Cerca

In Standard

Oriental

Oriental

 

Oriental è esattamente la ricetta di cui avete bisogno! Ormai con le vacanze alle porte e l’inizio dei bagordi estivi è bene mettersi in forma con qualcosa di leggero, sano, nutriente ed equilibrato. Ecco cosí un piatto unico che può essere consumato benissimo tutti i giorni e può anche fungere da schiscetta per il pranzo lavorativo.

Ricco di proteine, con pochi grassi, fresco e facilmente digeribile è l’ideale anche in spiaggia sotto all’ombrellone o in piscina prima di fare un tuffo!

Oriental è un piatto che mi preparo spessissimo quando non ho voglia di cucinare qualcosa di complicato o sono di fretta e devo dire che sazia parecchio lasciando anche il palato soddisfatto 😉

Con questa ricetta partecipo all’iniziativa di Gluten free Travel & Living, il 100% Gluten Free (fri)Day

 

ilove-gffd

Oriental

 

oriental
impiattamento

 

Ingredienti per due persone

Per il salmone:
400 grammi di salmone fresco;
350 millilitri di sake;
50 millilitri di salsa di soia;
10 pepe nero intero;
olio EVO q.b.;
sale Maldon affumicato q.b.
Per gli edamame:
300 grammi di edamame (fagioli di soia);
sale grosso q.b.
Per il mais:
100 grammi di mais in scatola;
olio E.V.O. q.b.;
sale q.b.;
pepe q.b.
Per la composizione:
1 avocado maturo;
1 cipolla rossa di tropea;
1 peperoncino habanero fresco;
1 cetriolo;
uova di salmone q.b.;
erba cipollina q.b.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

Il salmone:
Preparate il salmone (precedentemente surgelato o abbattuo per almeno quarantotto ore) porzionandolo ed eliminando le spine. Quindi preparate la marinatura versando in una ciotolina il sake, la salsa di soia, l’olio ed i granelli di pepe. Emulsionate leggermente tutto con una forchetta e poi fateci marinare il salmone per circa un ora. Trascorso il tempo togliete il salmone dalla marinatura e tamponatelo leggermente con un foglio di carta assorbente. Intanto fate scaldare una panella antiaderente unta leggermente con un filo di olio e una volta bella calda cuocete il salmone dal lato della pelle a fiamma vivace per massimo quattro minuti.

Questo tipo di cottura mi piace molto perchè conferisce al pesce una “doppia cottura” e consistenza. La prima parte cotta con pelle croccante e la seconda meta` quasi cruda.

Gli edamame:
Lessate gli edamame in abbondante acqua salata per un paio di minuti (il tempo indicato sulla confezione). Quindi scolateli, lasciateli intiepidire leggermente e salateli con qualche granello di sale grosso in modo da creare un buon crontrasto in bocca.

Il mais:
Scolate il mais precotto dall’acquetta presente e versatelo in una ciotolina. Conditelo con un filo di olio, un pizzico di sale, una grirata di pepe nero e mescolate amalgamando il condimento.

La composizione:
In un piatto fondo abbastanza largo posizionate il salmone, quindi aggiungetevi accanto il mais e gli edamame. Tagliate a meta` l’avocado, affettatelo sottile e posizionatelo nel piatto accanto al pesce. Completate la ricetta aggiungendo qualche anello sottile di habanero e cipolla di tropea. Aggiungete delle fettine di cetriolo, quindi sul pesce le uova di salmone e un po’ di erba cipollina.

Se volete terminate con giro di buon olio.

 

Tagged In:
0 Comment 110Visite

Ti potrebbero interessare anche

Salmone innamorato

Salmone innamorato

Lascia una risposta