Crea sito

Cerca

In Standard

Mare nostrum

Mare nostrum

Questo e` un piatto da provare assolutamente! Non ve lo potete perdere, il sapore ed il gusto di questi spaghetti sono davvero incredibile.

Ormai penso che la mia passione per i risotti sia nota a tutti voi che mi seguite, ma non posso proporvi Guscio e ghiacciosempre e solo riso :) cosi` ho pensato a degli spaghetti risottati. Avete mai provato a prapararli? E` facilissimo ed insolito! Funziona proprio come per il riso, preparate l’acqua o il brodo che piu` vi piace e poi lo usate per cuocere in padella gli spaghetti che ne assorbiranno il sapore. Io per questa ricetta ho preparato un brodo con i gusci delle cozze facendoli tostare in un pentolone con un po’ di olio e aggiungendo poi il ghiaccio al posto dell’acqua che grazie al contrasto termico riesce a ricavare il massimo del sapore dagli scarti dei muscoli.

L’altro super ingrediente e` dato dalla “bottarga” di cozze che una volta essiccate e tritate concentrano un profumo ed un sapore strepitoso ūüėČ

Con questa ricetta partecipo all’iniziativa di¬†Gluten free Travel & Living, il¬†100% Gluten Free (fri)Day

ilove-gffd

Mare nostrum

 

impiattamento
impiattamento

 

Ingredienti per due persone

Per la pasta:
180 grammi di spaghetti Farabella;
brodo di cozze.
Per le cozze:
1 kg di cozze;
1 spicchio d’aglio;
2 gambi di prezzemolo;
2 vaschette di ghiaccio;
vino bianco secco q.b.;
olio E.V.O. q.b.
Per la crema di fagioli: 
150 grammi di fagioli Azuki;
1 scalogno;
olio EVO q.b.
Per la composizione: 
4 gamberi rossi;
2 foglie di ostrica;
olio E.V.O. q.b.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

Le cozze:
Pulite le cozze eliminando la barba, pulendole dalle impurita` esterne con un coltellino o una spugnetta di ferro e sciacquatele sotto l’acqua fredda. Nel frattempo mettete a scaldare in una pentola un filo di olio, l’aglio ed il prezzemolo. Quando¬†calda alzate la fiamma, aggiungete le cozze e sfumatele con un po’ di vino bianco. Man mano che le cozze si aprono toglietele dal fuoco e conservatene l’acqua che si sara` formata¬†per aggiungerla in seguito al brodo. Ora togliete tutti i molluschi dal cuscio e conservate entrambi.

Adesso essiccate le cozze (tenendone qualcuna al “naturale” per l’impiattamento) in forno a sessanta gradi oppure in essiccatore a cinquanta per circa dodici ore (vi consiglio di taglaire le cozze a meta`per far si che si secchino prima ed uniformemente). Se volete, per farle seccare, potete utilizzare anche il forno a microonde al massimo della potenza ad intervalli di due minuti, fino a risultato ottimale (non ho mai utilizzato questo metodo a casa ma ho letto che funziona).
Una volta essiccate frullatele con un macinino da caffe` per ottenere una polvere fine.

Il brodo:
Pelate una cipolla, tagliatela grossolanamente e fatela rosolare per qualche minuto in una pentola con un filo di olio. Quindi aggiungetevi i gusci delle cozze, alzate la fiamma, fate tostare per bene e girate con un mestolo. Ora aggiungetevi le due vaschette di ghiaccio a cubetti e coprite con un coperchio. Abbassate la fiamma, fate cuocere per una ventina di minuti e poi eliminate con una schiumarola i gusci delle cozze. Aggiungetevi l’acqua di apertura dei muscoli che avete precedentemente conservato e continuate la cottura per altri cinque minuti.

La pasta:
Prendete una pentola abbastanza grande da contenere gli spaghetti per tutta la loro lunghezza. Fateli tostare a fiamma alta (come per il riso) e quindi aggiungete il brodo a coprire. Abbassate leggermente la fiamma, portate a cottura per il tempo necessario (indicato sulla confezione) girando delicatamente di tanto in tanto ed aggiungendo dell’altro brodo se necessario. Non salate la pasta perche` il brodo di cozze e` gia` salato naturalmente.

La crema:
Mettete a bagno i fagioli secchi dodici ora prima (se usate quelli precotti ovviamente questo passaggio non sara` necessario) di cuocerli. Quindi scolateli e sciacquateli. Nel frattempo preparate un trito con lo scalogno e fatelo rosolare in una pentola con dell’olio. Una volta appassito aggiungetevi i fagioli, coprite con acqua calda e cuocete per circa trenta minuti. Una volta cotti frullate tutto con un mixer ad immersione fino ad ottenere una cremina liscia ed omogenea, se necessario aggiungete un po’ di acqua per renderla piu` morbida.

L’impiattamento:
In un piatto fondo adagiate un po’ di crema di fagioli, poi con un mestolo ed una pinza (o forchettone) create un piccolo nido di spaghetti e posizionatelo alcentro della crema. Aggiungetevi sopra la povere di cozze, un paio di cozze intere non essiccate, una foglia di ostrica, con due gamberi rossi precedentemente puliti (private del carapace e del filetto interno) e per completare un giro di olio a crudo.

 

*Nota bene
Il pesce, per essere mangiato crudo in sicurezza deve essere abbattuto precedentemente. A casa potete avvolgerlo con della pellicola o carta stagnola (oppure sottovuoto se potete) e poi congelarlo per novantasei ore. Tiratelo fuori dal frizzer e fatelo scongelare in frigorifero senza interrompere cosi` la “catena del freddo” e mangiatelo nelle ore immediatamente successive.

 

0 Comment 216Visite

Ti potrebbero interessare anche

“Prawns” of myself

“Prawns” of myself

The Memories Remains

The Memories Remains

Lascia una risposta