Crea sito

Cerca

In Standard

I love you (spaghetti)

I love you (spaghetti)

Sono uno dei simboli italiani in tutto il modo: gli spaghetti, meglio ancora se con il pomodoro. Un piatto all’apparenza semplice da preparare e con pochi, ma buoni, ingredienti che però non nasconde insidie. Infatti se la materia prima usata in questa ricetta non è tra le migliori anche l’esito finale del piatto ne subirà inevitabilmente le conseguenze.

Non sono qui ad indicarvi quale pomodoro usare, mi raccomando solamente di reperirne di buoni, profumati, saporiti e maturi al punto giusto.

Così come altro ingrediente fondamentale da utilizzare è l’olio extravergine di oliva necessariamente di qualita`: profumato, amarognolo e con quel retrogusto piccante che indica la presenza di polifenoli, salutari per l’uomo. Un prodotto che in tutto il mondo ci invidiano (e copiano) spacciandolo per autoctono, ma attenzione a non farvi ingannare!

Last but not least, il basilico: profumato, saporitissimo e verde brillante. Queste sono le tre caratteristiche fondamentali di questa erba aromatica. Vi consiglio procurarvene una bella piantina da tenere in balcone, perchè oltre a dare colore ne conserva quella freschezza che il basilico confezionato no ha.

In questa ricetta ho aggiunto un piccolo, ma saporito, ingrediente. Un salamino piccante, naturalmente senza glutine, che mi hanno regalato i miei amici de “Il trono di Forchette” direttamente dalla Spagna, holè!

Con questo piatto partecipo all’iniziativa di Gluten free Travel & Living, il 100% Gluten Free (fri)Day

ilove-gffd

I love you (spaghetti)

 

spaghetti
impiattamento

 

Ingredienti per due persone

Per la pasta:
180 grammi di spaghetti;
acqua q.b.;
olio E.V.O. q.b.;
sale grosso q.b.
Per la polvere d’aglio: 
1 testa d’aglio.
Per il sugo all’aglio: 
4 spicchio di aglio;
100 grammi di pomodorini (quelli che prefetitie, ma BUONI);
8 foglie di basilico;
olio E.V.O. q.b.;
sale q.b.
Per la composizione: 
salame piccante q.b.;
basilico fresco q.b.

 

*in caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio devono essere necessariamente certificati senza glutine

Procedimento

La polvere di aglio:
Sbucciate gli spicchi d’aglio, tagliateli a meta` per il lungo, eliminate l’anima e fateli essiccare in essiccatore a cinquanta gradi per circa sei ore oppure in forno alla temperatura minima (il mio arriva a sessanta gradi) per il tempo necessario. Quindi, una volta secchi, frullateli con un macinino da caffe` fino a ridurli in polvere oppure in alternativa tritateli finemente a coltello.

Potete usare ovviamente anche l’aglio in polvere che si trova in commercio al posto di fare tutto questo procedimento, ma sappiate che non sara` mai la stessa cosa.

Il sugo:
In una pentola scaldate un filo di olio e fatevi soffriggere l’aglio sbucciato. Nel frattempo tagliate a meta` i pomodorini precedentemente lavati e fateli cuocere in padella insieme all’aglio ed un pizzico di sale per circa diedci minuti. Aggiungete le foglioline di basilico, eliminate gli spicchi di aglio (se vi valasciatene almeno uno) e coprite la padella tenendo al caldo il sughetto per qualche minuto. Frullate ora tutto con un mixer ad immersione aggiungendo se necessario ancora un po’ di olio a crudo ed eventualmete sale.

La pasta:
Lessate la pasta in abbondante acqua salata con l’aggiunta di un cucchiaio di olio per il tempo necessario, scolatela un paio di minuti prima della cottura e fatela saltare in padella con il sughetto.

L’impiattamento:
In un piatto piano create una treccia con gli spaghetti, conditeli con un filo di olio a crudo, qualche fettina di salame piccante, del basilico e un po’ di polvere di aglio.

 

0 Comment 165Visite

Lascia una risposta